Mahé (SEZ)

x

Aeroporto Andata Ritorno
Frankfurt (FRA) Condor Ve Sa
London Heathrow (LHR) British Airways Me, Sa Gi, Do
Paris Charles de Gaulle (CDG)* Air France Ma, Gi, Sa Me, Ve, Do
Zurich (ZRH) Edelweiss Sa Lu
*da 31.10.2019

Guida alle Seychelles La guida di viaggio completa per le Seychelles

Prenota la tua struttura

Mahé


Il Nord di Mahé

Attrazioni ed attività nel Nord di Mahé

La Beau Vallon Bay

Se si guarda Mahé sulla mappa, si nota che la parte settentrionale dell'isola si estende verso l'alto come un pollice in su e termina all’estremità settentrionale di North Point. Sul suo lato occidentale si estende la Beau Vallon Bay, che è la regione turistica predominante di Mahé. La spiaggia, lunga diversi chilometri, è una delle più belle che si possa immaginare. Qui, di conseguenza, si addensa la quantità di alberghi ed altri alloggi, ristoranti, negozi, ecc., e vi si trova una vasta gamma di escursioni e sport acquatici praticabili, tra cui ottime scuole di immersione subacquea.

Beau Vallon, MahéBeau Vallon, Mahé
Image
Image


Da Victoria in 15 minuti di macchina si raggiunge la spiaggia. Inizialmente si percorre la Revolution Avenue verso nord-est, alla sua estremità superiore si supera la un po' diroccata casa coloniale Marie Antoniette e si segue la strada a sinistra, che si snoda in curve strette fino al passo di St. Louis. A destra e sinistra si può vedere un po' della vita normale del seicellese medio: si riconosce un interessante accostamento di moderni condomini e colorate case di legno con i tetti di lamiera ondulata, queste ultime spesso linde e splendenti, con tende di pizzo, bei mobili da giardino, ed un'antenna TV installata sul tetto. Dopo aver attraversato il passo di St. Louis sembra di entrare in un altro mondo. Non c'è più il pesante traffico urbano, non si sentono macchine che fanno suonare il clacson. Qui regna una splendida tranquillità - è ora di tirare un bel sospiro di sollievo.



A parte andare in spiaggia, a Beau Vallon si dovrebbe visitare l'imperdibile Bazar Labrine il mercoledì dopo il tramonto: qui la gente del posto vende prodotti locali, cibo e souvenir. A volte il piccolo evento è accompagnato da musica dal vivo.

 

La punta nord di Mahé

Vale davvero la pena percorrere tutta la punta nord di Mahé con la macchina partendo da Beau Vallon, anche se così si rischia di ottenere una visione un po' plastica della ricchezza dei paesaggi che l'isola ha da offrire. La parte più bella di questo tour è, probabilmente, la meravigliosa vista sull'acqua luccicante blu scuro e le solitarie isolette al largo che si possono vedere durante il percorso. A nord di Mare Anglaise, nella parte inferiore del “pollice”, la stretta strada costiera si snoda tra scogliere ripide a picco ed una varietà di piccole baie fino alla punta nord e da lì si torna in direzione sud passando per il lato orientale.

Glacis

Percorrendo la strada sul lato occidentale, che si snoda tra le foreste tropicali verdi al di sopra della costa, si raggiunge il paesino di Glacis. In questa spettacolare regione i primi europei realizzarono il loro sogno di costruirsi una casa alle Seychelles. E così nelle strette baie e lungo i pendii circostanti il paesino ci sono alcune lussuose ville e resort eccezionali, che promettono indimenticabili vacanze. Lo scrittore britannico Ian Fleming negli anni Sessanta si è lasciato ispirare da questo posto per la scrittura dei suoi romanzi con protagonista James Bond.

La Bastille

L'antica costruzione coloniale La Bastille, a nord rispetto al centro città di Victoria, è la sede del ministero della cultura e dell'informazione e può essere visitata dal pubblico in quanto monumento nazionale (Lu-Ve; 8-16).

Kreol Fleurage

Raggiungendo il North Point e seguendo lungo la strada in direzione sud-orientale, si arriva per forza al North East Point, dove si trova il Kreol Fleurage, l'unico produttore di profumi dell'Oceano Indiano. Vale la pena fare una piccola deviazione per dare un'occhiata al laboratorio ed alle officine. Ai visitatori vengono volentieri date informazioni sulla produzione dei profumi; è anche possibile prendere parte ad una visita guidata del giardino, dove crescono le piante necessarie per la composizione dei profumi, tra cui Lemongrass, Patchouli o Ylang-Ylang.

Foto: Abspires40 (CC BY 2.0)Foto: Abspires40 (CC BY 2.0)
 

Eden Island

Passando oltre Victoria e percorrendo la vecchia strada costiera in direzione sud si raggiunge la zona industriale di Mahé, dove si trovano il birrificio ed alcune fabbriche di mattoni. Le lagune che si possono vedere ad oriente dalla costa si sono formate negli anni Novanta del Novecento, quando sono state create le isole artificiali. Quando c'è bassa marea alcune di queste regioni, che sono separate dal mare aperto solo dalla striscia di isole, seccano quasi completamente. Le mangrovie che sono cresciute all'interno delle lagune sono un'importante zona di riproduzione e rifugio per i pesci.

Se si sceglie di percorrere la East Coast Highway al posto della strada costiera si percorrono moderne zone industriali e si passano nuovi e vecchi quartieri residenziali ed un complesso sportivo. All'inizio del ventunesimo secolo, ad est di questa striscia sono state strappate al mare altre terre e furono create isole, così si formò Eden Island: piatta come le Maldive, creata con un processo simile alla Palma di Dubai - ma più piccola. Il complesso moderno, grosso 56 ettari e fornito di un grande porto per yacht, è raggiungibile dall'isola principale solo attraverso un ponte. Qui ci sono strutture esclusive, che sono raggiungibili attraverso strade acquatiche che comprendono una superficie di 16 ettari. Vi si trovano anche ristoranti, bar, boutique, un supermercato e persino spiagge private.

Vista sull'isola artificiale di Eden Island e, sullo sfondo, il parco marino di S.te AnneVista sull'isola artificiale di Eden Island e, sullo sfondo, il parco marino di S.te Anne
ImageMolti tour in catamarano partono da Eden Island
ImageEden Plaza, il centro commerciale di Eden Island

Eden Island dista solo 8 km dall'aeroporto e 10 minuti di macchina dalla capitale Victoria. È possibile assistere allo spettacolo di flora e fauna nella riserva umida artificiale di Roche Caiman, che si trova lì accanto. L'area di 2,9 ettari, ricavata grazie ai lavori di bonifica del terreno, consiste quasi esclusivamente di acqua dolce e contiene sezioni con acque profonde e altre dove l'acqua è più bassa. Così, nei diversi habitat della riserva si trova una ampia varietà di piante, uccelli, insetti, anfibi, rettili ed altri animali. Dal lunedì al venerdì, dalle 9:30 alle 15:30, gli osservatori più attenti possono scorgere uccelli dell’ordine dei Caradriiformi come pantane, piro-piro del Terek e chiurli, così come tarabusi gialli, aironi notturni e striati. Il Roche Caiman Sanctuary si trova tra la Roche Caiman Housing Estate ed il National Sports Complex.

In una decina di minuti di auto da Eden Island si raggiunge il punto panoramico La Misere Viewpoint. Da questa piccola piattaforma si ha una stupenda vista sulla stessa Eden Island e sulle isole al largo della costa di Mahé. In particolare è ben visibile il Ste Anne Marine Park con le sue 5 isole: Cerf Island, S.te Anne, Moyenne, Round Island e Long Island. In lontananza è possibile vedere persino i contorni di Praslin e La Digue. Il punto panoramico è attrezzato con un grande tabellone che aiuta ad identificare con chiarezza ciò che si vede.



La Misere Viewpoint è una tappa da aggiungere al vostro viaggio se vi trovate nelle vicinanze di Eden Island e volete osservare dall’alto i luoghi che avete visitato (o che visiterete), e per “toccare con mano” la geografia di questo arcipelago!

 

Sans Souci Road

Da Victoria ne vale davvero la pena: un giro sulla Sans Souci Road fino alla costa occidentale. Questo tratto panoramico davvero spettacolare non solo attraversa tutta l'isola trasversalmente, ma passa anche accanto a varie attrazioni, rendendo questo tragitto molto interessante per tutta la sua durata. In certi punti la strada è piuttosto ripida ed ha molte curve - se soffrite di mal d’auto, potrebbe non fare per voi.

Il viaggio verso l'alto è premiato già dopo poco tempo: dietro ad ogni curva si apre una magnifica vista sul mare, che con ogni metro di altitudine in più diventa più lucente e brillante. Lungo la strada verso la cima si dovrebbero quindi inserire delle brevi pause per ammirare in pieno la vista panoramica. Uscendo dalla macchina, non solo ci si può godere la vista - chi ascolta con attenzione potrà anche percepire i suoni della fauna locale.

Mission Lodge

Una volta raggiunte le rovine della vecchia Mission Lodge, che si trovano poco dopo il passo (500 m.s.l.m.), si potrà vedere per la prima vola la costa occidentale. Il Lodge fu costruito nel 1875 da organizzazioni religiose e aveva lo scopo di accogliere schiavi liberati. Si dice che la regina Elisabetta II si sia goduta la vista sorseggiando una tazza di tè nel padiglione.


ImageIl Mission Lodge, incastonato nelle rigogliose cime di Mahé
ImageLa vista dal Mission Lodge è mozzafiato


Tea Factory (Fabbrica del tè)

Poco più avanti è possibile immergersi nel mondo del tè, nella Tea Factory. Nel chiosco adiacente, aperto dal lunedì al venerdì dalle 7 alle 16, si può assaggiare una ricca selezione di varietà locali. Chi volesse partecipare ad una visita della fabbrica con una guida esperta, può farlo dal martedì al venerdì dalle 8.30 alle 12.

Le piante di tè, originariamente importate dal Kenya, prosperano così bene in questa regione montuosa ricca di precipitazioni che il fabbisogno di tè del paese è completamente coperto; il tutto richiede una superficie di coltivazione di circa 110 ettari. Il bar "Tea Tavern" accanto alla fabbrica serve bevande ed anche piccoli spuntini (lun - sab 9-16), per rigenerarsi prima di proseguire con il viaggio.

Image
Image


 

Port Glaud

A ovest della fabbrica del tè si può proseguire sulla strada tortuosa verso Port Glaud, ed è qui che ci si può godere una vista favolosa sulle scintillanti lagune turchesi e le isole al largo. L'ultimo pezzo di strada percorribile verso nord conduce a Port Glaud, passando accanto ad un’area di mangrovie. Poco dopo (circa 1,5 km) la spiaggia da sogno di Port Launay invita a fermarsi per una nuotata.

Chi cerca un po' di avventura e divertimento può provare lo zip-lining dell'Ephelia Resort, che è aperto a tutti (anche a chi non soggiorna nella struttura). Un cart elettrico trasporta gli avventurosi in cima ad una collina a pochi metri dal punto di partenza. Sono disponibili diversi percorsi collegati tra loro, così che dopo un totale di otto diverse tappe si arriva di nuovo in fondo. Poco prima della fine si vola per ben 120m sopra ad una piccola valle ricoperta dalla giungla! Un'altra baia sabbiosa, incastonata tra le rocce a nord di Port Launay, vi aspetta - è la Baie Ternay, dove si può fare dell'ottimo snorkeling! La strada qui finisce - per andare fino a Beau Vallon è necessaria una breve passeggiata a piedi.

Port Launay, SeychellesLa Baia di Port Launay è perfetta per lo snorkeling
 

Grand Anse

Se da Port Glaud si prosegue verso sud invece che verso nord, dopo un breve tragitto attraverso la foresta sovrastante la costa si raggiunge la maestosa Grand Anse. Sullo sfondo delle gigantesche montagne di granito si staglia il pittoresco mare color turchese e la spiaggia di sabbia fine. La natura incontaminata e priva di costruzioni è un vero spettacolo; inoltre non c'è nessuna barriera corallina antistante. Da Grand Anse Village, la strada La Misère Road si snoda attraverso il paesaggio montuoso ricollegandosi con il lato orientale dell'isola in una serie di tornanti.

La cosiddetta Vacoa Nature Trail si trova a circa 700 m a sud rispetto al bivio per La Misère – il punto di partenza è il parcheggio dell'hotel “Avani” - e conduce ad un percorso circolare piano di circa mezz’ora attraverso le mangrovie del fiume Dauban. Dopo essere passati accanto alla palude di mangrovie, alcune rocce di granito ed un ponte, si arriva ad un’impressionante foresta di alberi di Vacoa, una pianta endemica che dà il nome al sentiero.

Grand Anse, MahéGrand Anse, Mahé
 

Barbarons

Se si segue la bellissima costa occidentale verso sud, dopo un po' si raggiunge Barbarons, un paese che si estende in lungo tra la Grand Anse e la Barbarons Beach. Nel 2014, dopo 15 anni di organizzazione e coltivazione, non lontano da Barbarons è stato aperto un parco naturale di 19 ettari, il Seychelles National Biodiversity Center. L'obiettivo principale è la protezione e la preservazione della biodiversità locale. In una foresta appositamente creata si possono trovare tutte e cinque le specie di palme endemiche delle Seychelles, mentre in un'altra parte è ricreata la flora dell'atollo di Aldabra. A tutti i personaggi di spicco che visitano l'arcipelago viene chiesto di piantare una palma Coco de Mer. Il moderno giardino botanico può essere visitato dal lunedì al sabato dalle 7 alle 15.

ImageBarbarons Beach, Mahé
Image 
 

Anse Boileau

La strada costiera prosegue in modo tranquillo. Ci sono diverse belle baie che vale la pena vedere, anche se sono difficilmente accessibili: Anse Cimetière, Anse Polite, Anse Lisette. Nei pressi della Anse Boileau, parte la strada Montagne Posée Road che porta verso est snodandosi tortuosamente sulla parete montuosa fino ad Anse aux Pins, sulla costa orientale. Superata Anse Boileau vi è la piccola Anse Louis, protetta solo da una sottile barriera corallina, questa meravigliosa spiaggia andrebbe visitata quando il mare è calmo. A nord, il promontorio sovrastante la spiaggia si estende verso l’alto per quasi 60 m, dove si intravedono i tetti di foglie di palma del Maia Luxury Resort, che sbuca dalla fitta foresta: senza dubbio un luogo impareggiabile per vacanze di lusso.

ImageAnse Boileau, Mahé
Image 
 

Thérese Island & L'Islette

Durante il viaggio lungo la costa nord-occidentale si intravedono alcune isole: a poche centinaia di metri dalla costa ci sono Thérese Island e L'Islette - su entrambe le isole ci sono bellissime spiagge, raggiungibili solo in barca privata. Dalla cima della montagna alta 160 m che si trova su Thérese Island si possono vedere molto bene i picchi di Mahé ed il promontorio di Pointe L'Escalier ("punta della scala"). Il suo nome deriva dai misteriosi scalini scolpiti nella sua roccia. Non si sa se queste scale siano state "scolpite" naturalmente nella roccia o se sono opera di antichi abitanti dell'isola - ma la teoria più recente apre la via ad interessanti speculazioni circa vecchi tesori rubati e poi qui nascosti.

 

Ile aux Vaches

Al largo della costa di Barbarons si trova la disabitata Île aux Vaches, l'isola di dei buoi marini (o lamantini), che emerge rocciosa dal mare. Una volta vi vivevano centinaia di esemplari di questi mammiferi marini, fino a quando un giorno sono stati massacrati e quindi irrimediabilmente eliminati - in passato, il discorso ambiente e sostenibilità non veniva sempre preso sul serio alle Seychelles. Una visita all'isola non è molto allettante, ma un'immersione nelle acque tra l'isola e la costa vale davvero la pena.

 

Bel Ombre

Se a Victoria si prende la decisione di dirigersi verso la baia di Beau Vallon, allora si può seguire una strada a circa 50 metri dalla spiaggia (alle porte del Beau Vallon Bay Hotel), che porta a Bel Ombre. Il paese si estende per alcuni chilometri e con la sua chiesa, due negozi ed alcune spiagge tranquille si mostra poco turistico. Alcune piccole sporgenze rocciose si collocano pittorecamente tra le spiagge e sul lato opposto al mare si possono trovare alcuni alberghetti carini. Chi preferisce un ambiente di lusso può risiedere al Fisherman's Cove Hotel, che si trova sull’estremità occidentale della Beau Vallon. La strada che attraversa Bel Ombre alla fine termina a Danzil, un piccolo villaggio dove si trova il ristorante italiano "La Scala", che ha la reputazione di essere uno dei migliori delle Seychelles.

La Anse Major nel distretto di Bel Ombre, raggiungibile con una bella passeggiataLa Anse Major nel distretto di Bel Ombre, raggiungibile con una bella passeggiata
ImageAlcune viste della Anse Major Trail
Image 
 
Prossimo capitolo: Il Sud di Mahé
Questo sito utilizza dei cookie per migliorare la vostra esperienza browser. Scopri di più.