x
+ -
Seychelles image

Mahé (SEZ)

x

Aeroporto Andata Ritorno
*From October 2017
  • Torna a tutti i racconti

    Festa di compleanno alle Seychelles

    Eccomi qua a raccontare il nostro viaggio alle Seychelles!

    Ho organizzato questo viaggio, grazie a Seyvillas, allo scopo di festeggiare i 50 anni di Katia in quello che considero il paradiso in terra. Abbiamo viaggiato tanto e ci siamo riservati questa meta per una occasione speciale, e finalmente si è presentata l’occasione.

    Siamo partiti il 16 novembre da Milano, via Dubai, con Emirates allo scopo di essere a La Digue il 17 novembre e iniziare la nostra vacanza con il festeggiamento del compleanno di Katia; 50 anni proprio il 17 novembre. Volo perfetto delle 13:40, transfer al porto e imbarco per La Digue, via Praslin, tutto organizzato in maniera impeccabile, incluso il brevissimo tragitto al piccolo Hotel Chez Marston dove siamo arrivati alle 13:30.

    Qua va il primo plauso alla nostra vacanza perché, dopo il primo approccio all’isola con 2 passi nei dintorni, primo bagno davanti alla struttura con annesso tramonto, il personale di Chez Marston ci ha organizzato una festicciola a sorpresa con tavolo apparecchiato a festa, una cena speciale e una magnifica torta con tanto di auguri da parte di tutto lo staff…veramente eccezionali, al di là di ogni aspettativa!

    All’indomani, noleggiate le bici, prosegue la nostra vacanza.

    18 novembre

    Prima tappa, Grand Anse: dopo aver pedalato per i vari sali e scendi presenti nell’isola siamo arrivati a destinazione. Lasciata la bici in prossimità dell’unico ristoro presente quello che ci si è presentato dinnanzi ci ha lasciato a bocca aperta (anche perché non potevamo immaginare il resto e che saremmo sempre rimasti in quello stato di grazia per tutti gli altri giorni).

    ImageGrand Anse, La Digue

    Vi lascio immaginare le foto fatte e finalmente il bagno! Ci siamo rimasti tutta la mattina per poi, intorno all’ora di pranzo, scavallare un piccolo promontorio ed arrivare a Petite Anse; stessa meraviglia, stesso numero di foto, e bagno. Di rientrare nessuna voglia ma fortunatamente siamo all’inizio per cui, verso l’ora del tramonto, prendiamo la strada verso casa con le bici con tappa prima in un chioschetto per un succo di frutta preparato al momento, eccezionale, e foto alle magnifiche tartarughe di terra giganti che si incontrano sempre lungo le strade.

    19 novembre

    Oggi decidiamo di fare tutta la costa ovest; arriviamo fino al termine della strada ciclabile, Anse Fourmis e, a ritroso, ci fermiamo in tutte le spiagge per le consuete foto e bagno…saranno i rituali di tutta la vacanza. Nel dettaglio Anse Banane, Anse Grosse Roche, Anse Gaulettes, Anse Patates…per noi la più bella se proprio vogliamo trovare un vincitore…

    ImageAnse Patates, La Digue

    Anse Patates è una spiaggia di dimensioni ridotte, che riproduce quasi in miniatura le caratteristiche di alcune delle spiagge seychellesi più note: sabbia finissima e bianca, palme che si protendono verso il mare, massi granitici. Il tutto in pochissimi metri. Con la marea le onde arrivano ad inghiottire la spiaggia, ma si può appoggiare l'asciugamano sulle scalette di pietra da cui la si raggiunge. Anse Patates è a pochi minuti in bicicletta dal porto di La Passe, dirigendosi verso nord. È piccolina, ma per non perderla prendete come punto di riferimento il Patatran, la struttura alberghiera che vi si affaccia.

    20 novembre

    Unico giorno in cui puntiamo la sveglia; vogliamo essere tra i primissimi ad entrare nel parco all’Union Estate e goderci Anse Source d'Argent in completa solitudine.Raggiunta in bici, si accede previo pagamento di ingresso all’Union Estate, un sorta di villaggio dove oltre alle tartarughe si possono vedere i metodi di lavorazione del cocco, e ciò che rimane delle piantagioni di vaniglia. Arrivati davanti al ristorante, si lascia la bici e a piedi si raggiunge la spiaggia: WOW!!! Da cartolina.

    ImageAnse Source d'Argent, La Digue

    Proseguendo verso sud è un continuo stupirsi. Ricordatevi che non bisogna fermarsi alla prima insenatura: c’è molto altro! Ovviamente noi ci siamo immediatamente calati nella realtà di questa favolosa spiaggia e vi renderete immediatamente conto del motivo per cui sia la spiaggia più fotografata al mondo.

    Decidiamo di rimanerci per tutto il giorno concedendoci la visita del parco Union Estate Park e dell’annessa Anse Union solo nel tardo pomeriggio.

    21 novembre

    Ci manca solo Anse Severe per cui passiamo la giornata in questa spiaggia piuttosto lunga e quasi rettilinea che si trova a nord lungo la strada che passa di fronte al porticciolo. Ci si arriva tranquillamente in bici e ti lasci ammaliare dalla bellezza di ciò che vedono i tuoi occhi, come ovviamente ci è accaduto su tutta l’isola, da starci una vita intera.

    Alle due estremità la spiaggia è delimitata da dei graniti ed in particolare quelli più lontani si spingono a breve distanza fino al punto più settentrionale dell'isola. Un'ultima cosa: questa spiaggia è posizionata di fronte all'isola di Praslin, più o meno nel punto più vicino, con una vista molto suggestiva, specie al tramonto, peraltro più o meno la stessa che è possibile ammirare dalla zona del porto.

    22 novembre

    Oggi avviene il transfer a Mahé e casualmente piove, sarà l’unica pioggia della nostra vacanza, e ne siamo felici per il momento che ha deciso di presentarsi!

    Veniamo accompagnati al porto e verso le 12:00 ci imbarchiamo per Mahé, sempre via Praslin; arriviamo a Mahé e da li veniamo accompagnati a Casadani, piccolo hotel nel nord dell’isola che si trova a 2 minuti a piedi dalla spiaggia di Anse Marie-Laure e a pochi minuti da Beau Vallon.

    Dalla terrazza del ristorante rimaniamo subito stregati dall’incantevole vista di Silhouette e North Island e anche della famosa spiaggia di Beau Vallon. Lasciate le valigie corriamo subito a fare un bagno all’adiacente spiaggia di Anse Marie-Laure anche se ci portiamo una sensazione di tristezza per le magnifiche bellezze di La Digue che fatichiamo ad immaginarci a Mahé….ma arriveranno le piacevoli sorprese!!! A cena conosciamo Ivan, il gestore di Casadani e con lui apriamo una scommessa; fatto all’indomani il tour dell’isola ci saremmo immediatamente ricreduti e, accettiamo la sfida!

    23 novembre

    Tour di Mahé; la nostra gita sulla strada della Misere, o quella della Reserve ci permettono dapprima di vedere panorami dall’alto stupendi, cosi come visitare la fabbrica del thè e i percorsi nel parco a Morne Blanc per poi scendere verso le spiagge del sud.

    Prima però ci concediamo un bagno alla spiaggia di Port Launay Nord che è all’interno di una piccola baia, il mare calmo e trasparente, la barriera ancora intatta e dove si può fare un bellissimo snorkeling. Sulla spiaggia i granchi corrono, si può stare riparati dagli alberi e godere della rara bellezza del luogo.

    ImagePort Launay, Mahé

    Scendendo verso sud non si può che fare il bagno ad Anse Soleil, una spiaggia meravigliosa né troppo grande né troppo piccola, di una dimensione perfetta. Non è semplicissimo raggiungerla; la strada è un po' impegnativa e il parcheggio non semplice ma quando si arriva al mare ci si trova di fronte a una spiaggia bianchissima coronata da palme, alberi di takamaka e una fitta giungla tropicale, e Anse Takamaka, spiaggia caratteristica e selvaggia con acque cristalline, senza barriera corallina e quindi con un mare meno piatto, sempre contornata da rocce granitiche spettacolari, laghetto e sabbia incredibile.

    ImageAnse Soleil, Mahé
    ImageAnse Takamaka, Mahé
    Oltre a queste vediamo, di ugual fascino, Grand Anse, Anse Boileau, Baie Lazare e Anse Intendance …tutte magnifiche!!!

    Scommessa naturalmente persa e rivalutata anche Mahé!

    24 novembre

    Giornata di relax trascorsa sulla meravigliosa spiaggia di Beau Vallon, molto popolare ma vale la pena farci un giro perché potete vedere la vera vita creola. Si deve ammirare il tramonto sul mare, fare passeggiate, bagni e gustare un ottimo pranzo. La spiaggia è piena di chioschi dove bere frullati, cocchi e mangiare ottimo pesce.

    25 novembre

    Ultimo giorno. Visita a Victoria, la capitale, che merita una mezza giornata di shopping e giro in centro…tanto per apprezzare la moderna vita Seychellese! Potrete visitare alcuni musei e la bellissima struttura del tempio Indù.

    Nel pomeriggio ultimo bagno all’adiacente spiaggia di Anse Marie-Laure in attesa dell’ultimo tramonto, dell’ultima cena a Casadani, per poi avere il transfer per l’aeroporto e il triste rientro in Italia all’alba del 26/11, sempre con Emirates, via Dubai.

    Che dire…abbiamo lasciato i nostri cuori alle Seychelles…luoghi paradisiaci, persone incantevoli…
    Ringraziamo Seyvillas per la splendida organizzazione; hanno fatto sì che il nostro sogno si realizzasse concedendoci di stare in paradiso per l’intero nostro soggiorno, tutto gestito perfettamente neanche fosse stato sincronizzato da un orologio svizzero…grazie.

    Mauro e Katia

    Questo diario vi è stato utile? YES!
  • Image di Mauro