x
+ -
Seychelles image

Mahé (SEZ)

x

Aeroporto Andata Ritorno
*From October 2017
  • Torna a tutti i racconti

    Keep Calm and Relax alle Seychelles

    Ciao, siamo Matteo ed Elisa e qui di seguito vi raccontiamo il nostro meraviglioso viaggio alle Seychelles. Quest’anno non era nostra intenzione fare le ferie nel periodo invernale, ma i racconti dei nostri amici appena tornati dal viaggio di nozze alle Seychelles ci hanno invogliato a partire. Ci siamo buttati a capofitto in internet alla ricerca di informazioni utili per organizzare il nostro viaggio e in Seyvillas abbiamo trovato un ottimo aiuto, sia per quanto riguarda le isole, le sistemazioni, le escursioni e il noleggio macchina.

    Mahé

    Il nostro viaggio inizia il giorno di Natale, dopo 10 ore di volo con scalo tecnico a Dubai. Giusto il tempo di acclimatarci dall’uscita dall’aereo e già ci aspettavano per consegnarci la macchina a noleggio fuori dall’aeroporto. Il primo impatto con la guida all’inglese non è stato dei più semplici (attenzione agli autisti dei bus locali che vanno come delle schegge!!!).

    Lasciate le valigie al Marie Laure Suites Guest House B&B che ci ha ospitato per 2 giorni, ci siamo messi in marcia in direzione Anse Major. Il percorso (la Anse Major Trail) in apparenza semplice, ha comunque messo a dura prova i nostri fisici, un po’ per la stanchezza accumulata durante il viaggio e un po’ per il sole cocente sopra le nostre teste. Dopo circa un’ora di cammino in mezzo a rocce granitiche, radici e rami sporgenti ci si apre davanti agli occhi una bellissima veduta di Anse Major.

    ImageVista di Anse Major dal sentiero

    La macchina è un ottimo mezzo per girare nell’isola, infatti siamo riusciti a vedere parecchi posti tra cui Victoria, il Morne National Park, l’Islette e le cascate di Port Glaud, Anse Intendance, Police Bay e Anse Soleil.

    ImageAnse Soleil, Mahé

    L’Islette è un piccolo isolotto a pochi passi dalla spiaggia, raggiungibile a piedi quando c’è bassa marea, magari gustando un buon frullato e mangiando del cocco fresco. Trevor, un ragazzo del posto, molto gentile, ci ha spiegato la strada per raggiungere le cascate che si trovano a 5 minuti a piedi dalla spiaggia di Port Glaud.

    ImageCascata di Port Glau, Mahé

    Praslin

    Abbiamo raggiunto Praslin con un volo bielica dell’Air Seychelles in soli 15 minuti; decisamente meglio della traversata in barca con durata di circa 90 minuti e il rischio di mare grosso! Anche in quest’isola consigliamo il noleggio di un’auto per una maggiore comodità e per raggiungere qualsiasi luogo e spiaggia.

    Una delle spiagge più belle dell’isola è Anse Lazio, una lunga e ampia distesa di sabbia bianca, circondata da palme e blocchi di granito. Non esiste posto migliore per prendere il sole e fare snorkeling.

    ImageAnse Lazio, Praslin

    Un’altra spiaggia da non perdere, secondo noi, è Anse Georgette. Puoi raggiungerla in diversi modi: escursione in barca, attraversamento del Lémuria Golf Club Resort (previa prenotazione; al max 30 persone al giorno), oppure un percorso panoramico di circa un’ora che prevede di superare il Monte Plaisir. Ovviamente, noi abbiamo scelto la terza soluzione e anche se la fatica e il caldo ci hanno messo a dura prova, le vedute dall’alto ci hanno ripagato di tutta la fatica fatta.

    ImageVista di Anse Georgette dal sentiero escursionistico

    Da non perdere le tartarughe giganti sull’isola di Curieuse e per gli amanti dello snorkeling l’isolotto di Saint-Pierre.

    ImageTartaruga Gigante ImageIsolotto di St. Pierre

    Trascorrete un paio d’ore dentro al Parco Nazionale Vallée de Mai dichiarato patrimonio dell’umanità dall’UNESCO. Questo è l’unico luogo al mondo in cui cresce la rara palma che produce il famoso Coco de Mer, simbolo delle Seychelles; che è anche il timbro che ti rilasciano sul passaporto.

    ImageLa noce di Coco de Mer

    La Digue

    Questa isola è quella che ci è piaciuta più di tutte, soprattutto per i colori del mare e per le spiagge bianchissime; è percorribile esclusivamente in bici (o a piedi) e ti permette di rilassarti e di immergerti completamente nella natura.

    L’abbiamo girata in lungo e in largo fermandoci in ogni spiaggia. Tra le nostre preferite menzioniamo Anse Patates, Petite Anse e la gemma solitaria Anse Marron. La spiaggia più famosa di La Digue è Anse Source d'Argent, dove per accedervi bisogna pagare una tassa di 100 rupie seychellesi. La spiaggia è di sabbia bianca e orlata da blocchi di granito, ma le acque molto basse non la rendono adatta alla balneazione in questo periodo.

    ImageAnse Source d'Argent, La Digue

    Procuratevi una guida e fatevi portare ad Anse Marron. Il percorso, di circa un’oretta, parte da Grand Anse e costeggia la parte meridionale dell’isola, passando tra una fitta vegetazione, insenature di difficile accesso e spiagge idilliache con acque cristalline. Un vero paradiso tropicale!

    ImageVista di Anse Marron ImageAnse Marron, La Digue

    Per gli amanti dello snorkeling come noi, non può assolutamente mancare l’escursione in barca alle vicine isole di Grande Soeur, Ile Cocos, Félicité e Marianne.

    ImageSnorkeling

    I nostri 13 giorni sono trascorsi velocemente, pure troppo! E’ stato un viaggio indimenticabile grazie anche alla gente del posto che si è sempre resa disponibile e cordiale nell’aiutarci e nel darci informazioni.

    Consigliamo di consultare e di farvi guidare da Seyvillas per l’organizzazione del vostro viaggio. Sarà un’esperienza indimenticabile!

    Matteo & Elisa
    Questo diario vi è stato utile? YES!
  • Image di Matteo ed Elisa