x
+ -
Seychelles image

Mahé (SEZ)

x

Aeroporto Andata Ritorno
*From October 2017
  • Torna a tutti i racconti

    Relax, natura e forti emozioni

    Il desiderio di spezzare la routine, il tour de force della nostra vita invernale, c'è sempre stato, ma la cosa strana è che questa volta l'impulso è stato così forte al momento della partenza per le vacanze estive. E così un giorno di luglio dei nostri cari amici ci hanno detto:"pensavamo di andare a capodanno alle Seychelles..." e, detto fatto, una settimana dopo avevamo prenotato tutti insieme.

    Ci siamo rivolti a Seyvillas, il cui sito è molto chiaro, fornisce notizie rispecchianti la realtà, offre soluzioni con prezzi ragionevoli e ha operatori molto gentili e disponibili. Grazie a Seyvillas ed alla disponibilissima Valeria, abbiamo rapidamente trovato la soluzione più comoda per noi: 2 famiglie, 10 persone, no albergo, tranquillità e spiaggia a portata di...piede. Non era semplice!

    ImageLa "nostra" isola per 9 giorni

    Cerf Island

    Iniziamo così il nostro viaggio il 26 dicembre, reduci dai bagordi natalizi, volando con Emirates, coccolati e viziati dalle gentilissime hostess. Finalmente un aereo con spazio sufficiente per le gambe e dei pasti decenti!

    Arrivati a destinazione siamo stati accolti da un gran temporale e dal personale della Creole Travel Services che ci ha efficientemente portato a destinazione. La sistemazione si è rivelata al di sopra delle nostre aspettative (non si sa mai quanto le foto possano essere veritiere!). Isola di Cerf, piccolo paradiso a 10 minuti di barca da Mahè, al Tropical Sanctuary: due comodissime villette in riva al mare, con piscina, di Mrs Cathy e Mr Jean Marc Perrin, circondate da un rigogliosissimo giardino con cocchi, mango, alberi del pane, ibiscus…

    ImageIl Tropical Sanctuary

    Abbiamo scelto la soluzione di mezza pensione, quindi la mitica Cathy ha provveduto a sfamarci a colazione e cena con ottimi ed abbondanti piatti. In 9 giorni mai due pietanze uguali: antipasto, riso o pasta, carne e pesce, e un delizioso dolce nuovo ogni colazione e cena.
    Le nostre abitazioni erano dal lato dell'isola con la barriera corallina migliore per lo snorkeling (la Takamaka Beach), quindi, essendo degli appassionati, ci siamo potuti sbizzarrire, più volte al giorno in base alle maree, a nuotare tra i variopinti pesci tropicali. Con la bassa marea, passeggiando lungo la spiaggia, abbiamo raggiunto la deliziosa Île Cachée; abbiamo goduto di panorami mozzafiato dal punto più alto dell'isola di Cerf, raggiunto tramite un sentiero che si addentra nell'interno della vegetazione, tagliando l'isola in larghezza.

    ImageL'entroterra di Cerf Island

    Avevamo a disposizione quattro canoe che ci hanno permesso di raggiungere la deliziosa Moyenne, fare altro snorkeling, un giro all'interno dell'isoletta e tanti selfie con le tartarughe.

    ImageIl variopinto mondo sottomarino delle Seychelles ImagePresso Moyenne Island

    Non contenti di tutto questo paradiso a portata di mano, abbiamo organizzato un bel giro a Mahè, per visitare il variopinto mercato di Victoria (la capitale), diverse spiagge e l'interno con le piantagioni di tè e cannella.

    La Digue

    L'ultimo giorno siamo andati con una barca privata a La Digue. Non potevamo saltarla!! Ci siamo fermati a fare snorkeling su una splendida barriera corallina dove, oltre ai magnifici pesci coloratissimi, abbiamo avuto la fortuna di fare il bagno con una tartaruga e uno squaletto di medie dimensioni (circa 2 metri).

    ImageAbbiamo dato da mangiare alle tartarughe giganti a La Digue

    Siamo quindi scesi a terra e ci siamo inoltrati nell'interno dove gigantesche formazioni rocciose e folta vegetazione convivono in perfetta armonia. Le piantagioni di vaniglia ci hanno deliziato l'olfatto. Abbiamo visitato e dato frutta da mangiare alle tartarughe di terra giganti.

    ImageSnorkeling tra pesci e coralli

    Abbiamo giocato con i cavalloni facendo il bagno a Grand Anse, e infine ci siamo rilassati sulla famosa Anse Source d'Argent dove nell'acqua cristallina i pesci ci hanno mangiato il pane dalle mani.

    ImageAnse Source d'Argent, La Digue ImageI pesciolini che ci mangiavano il pane dalle mani

    Insomma, sono stati 9 giorni vissuti intensamente a contatto con la natura, in un’atmosfera emozionante e al contempo rilassante. Siamo sicuramente tornati più ricchi e tutto questo rimarrà nel cassetto dei preziosi bei ricordi nostri, dei nostri figli e dei nostri amici!!!!

    ImageVista dalla sommità di Cerf Island
    Questo diario vi è stato utile? YES!
  • Image di Alessandra Roma