x
+ -
Seychelles image

Mahé (SEZ)

x

Aeroporto Andata Ritorno
*From October 2017

Guida alle Seychelles La guida di viaggio completa per le Seychelles

Mappa delle Seychelles

La Digue


Informazioni generali

La Digue

Ricca di paesaggi da fotografare, tanta serenità e, qua e là, un tropicale idillio nostalgico - questa è La Digue , la quarta isola più grande delle Seychelles, situata ad est di Praslin. Combina le caratteristiche paesaggistiche dell'arcipelago in modo unico e con una bellezza eccezionale, e dimostra che un posto ancora ricco di tradizione può vivere in perfetta armonia con il turismo dei tempi moderni.

Questo effettivamente è il luogo dove viene scattata la maggior parte delle foto che rappresentano l'immaginario collettivo di queste isole da sogno. Le composizioni naturale di granito, la sabbia e le palme non attirano solo i turisti, ma anche aziende pubblicitarie che producono immagini d’effetto e spot per l’alta moda o altri beni di lusso. Poco più di 3.000 persone vivono su questa superficie di terra di appena 10 chilometri quadrati, che ha preso il nome dalla nave con la quale l'ufficiale di marina francese Marc-Joseph Marion Du Fresne esplorò le Seychelles nel 1768. Nel 1771 La Digue è poi ufficialmente entrata in possesso della Francia, in seguito dell'Inghilterra. Le principali fonti di reddito sono la pesca, l'agricoltura e naturalmente il turismo.

Rocce di granito come questa sono il tratto distintivo di La Digue.Rocce di granito come questa sono il tratto distintivo di La Digue.

La metà orientale di La Digue include il colle Nid d'Aigle ( "nido d'aquila"), alto 333m, mentre la parte nord-occidentale è abbastanza piatta. Quasi ovunque intorno all'isola c'è la barriera corallina, quindi molte baie sono indicate per il nuoto e lo snorkeling. Sembra quasi che alcune delle spiagge naturali bagnate da acque cristalline siano state sistemate apposta per una foto. Sulla costa orientale, tuttavia, le onde si infrangono contro le rocce in modo più violento ed i cartelli di pericolo sono da prendere assolutamente sul serio.

A La Digue non ci sono città e girano solo poche decine di vetture (taxi e furgoni); quasi ogni punto dell'isola può effettivamente essere raggiunto a piedi in circa un'ora. Il tradizionale carro trainato da buoi è ancora considerato emblematico dell'isola, ma negli anni Novanta le strade principali sono state migliorate e ormai questi carri sono solo in uso per offrire romantiche passeggiate ai turisti, non per il trasporto di merci e bagagli come avveniva una volta.



ImageIl tradizionale carro dei buoi
Image 

Anche la gente del luogo si sposta a piedi o in bicicletta, muovendosi sui sentieri dell'isola in totale tranquillità e contribuendo all'atmosfera rilassante del posto. Fino a pochi anni fa il viaggio verso La Digue era complicato, ora in soli 20 minuti di battello si può arrivare da Praslin o in alternativa si può prendere il catamarano da Mahé, che in una buona ora raggiunge il pittoresco porto dell'isola. Il molo è stato costruito presso l'unica grande rientranza dell'isola, insieme alla diga di protezione contro il monsone nord-ovest, spesso burrascoso. Il porto non è importante solo per i traghetti: esso infatti sta diventando un importante punto di partenza per tour in barca ed escursioni subacquee verso le altre isole a nord-est.

Image
Image

Durante il giorno, quando arrivano i visitatori in gita giornaliera o i passeggeri delle navi da crociera, l'idillio a volte scompare, quindi è davvero raccomandabile passare qualche giorno in più sull'isola per avere il modo di conoscere veramente La Digue, in particolare durante le meravigliose ore del mattino e della sera.

La maggior parte degli alloggi sull'isola è molto semplice: piccoli alberghi, pensioncine, agriturismi e locande si trovano per lo più sulla costa occidentale, presso La Passe e la pianura alle sue spalle. Banche, negozi, ristoranti, take away e uffici di noleggio di biciclette si concentrano nell’unica cittadina e spiaggia omonima di La Réunion . La Digue non offre molte attrazioni in senso stretto, piuttosto ci si può far ipnotizzare dalla luce chiara, le spiagge e le calette da sogno bianche come la neve, le pittoresche rocce in granito e la fitta vegetazione. Presso l'Ufficio di Informazioni Turistiche di La Passe è possibile ottenere informazioni sull'isola (lun-ven 8-17, sab 9-12, tel. 423 43 93). La Digue si trova, così come Mahé e Praslin, al di fuori della zona colpita da tempeste tropicali. Le precipitazioni sulla piccola isola sono di circa 1.620 millimetri all'anno, un valore notevolmente inferiore a quello delle altre due isole principali.

ImageL'Etoile Labrine è una tipica guesthouse seychellese.
ImageA La Digue vi aspettano spiaggge da sogno come questa.